L'Opinione

Alberto Stracuzzi, 05/02/2020

Social Media: 5 consigli per un utilizzo efficace


I Social Media sono un territorio poco esplorato dalle aziende italiane, che potrebbero trarre grande beneficio dall’impiego di strumenti capaci di connettere milioni di persone in Italia e nel mondo. Proviamo a focalizzare l’attenzione su cinque aspetti da considerare per un uso efficace dei social.

  1. Identità multipolari. Secondo la ricerca Blogmeter “Italiani e Social Media”, oltre un quarto della popolazione italiana ha da sette a più identità social (profilo Facebook, account Twitter ecc). È importante ribadire che ogni piattaforma è diversa dalle altre per il modo di conversare, il tono di voce, l’impiego di testo o immagini ecc. Di questo aspetto deve tener conto chiunque utilizzi in chiave di business il sistema social.
  2. Frequenza d’uso. Vi sono piattaforme che si frequentano più volte al giorno (Facebook, Instagram, YouTube…) e altre con cui si interagisce in modo più saltuario (LinkedIn, TripAdvisor…). Entrare in contatto con i clienti in modo efficace significa aver chiaro quale ruolo il consumatore assegna ad ogni piattaforma.
  3. Tempi di risposta. Il valore del contatto con le aziende via social è costituito da praticità e immediatezza. La pagina social è facile da reperire (più del numero di un call center). Non dimentichiamo mai che la velocità è tutto sui social. E che il consumatore si aspetta una risposta rapida e “tra pari”.
  4. Verticalità. La stragrande maggioranza delle piattaforme social è fruita su smartphone, mentre la quasi totalità degli spot o dell’advertising è pensata per schermi orizzontali. Provate a chiedere a voi stessi: come avete impostato l’ultimo spot mandato sui social?
  5. People trust people. I social media sono piattaforme abilitanti: offrono servizi di comunicazione ed interazione a costi contenuti. Chiunque può assumere un ruolo, in forza della sua capacità di conquistare cuori e menti. Il fenomeno dell’influencer marketing è la forma moderna del tradizionale passaparola tra amici e conoscenti: persone in cui ci identifichiamo – o che aspiriamo ad imitare – possono consigliarci prodotti, stilli di vita e di consumo, preferenze politiche e filosofiche. Non sottovalutate il fatto che le persone hanno più fiducia negli individui piuttosto che in entità astratte.

 

Alberto Stracuzzi, Market Research Director – Blogmeter

| Tutte le opinioni |