L'Opinione

Centromarca - associazione italiana dell'industria di marca

Luigi Bordoni, 03/10/2016

Addio all'uomo che inventò il supermercato


Bernardo Caprotti è stato per l’Industria di Marca un partner formidabile. Serietà e rigore, unite alla capacità di superiori performance, hanno sempre contraddistinto le relazioni della sua azienda con le nostre imprese. Ha saputo esprimere una focalizzazione strategica assoluta su aspetti di primissimo piano dell’attività commerciale, curando nei dettagli l’evoluzione del punto di vendita per garantirne l’attrattività, valorizzando l’offerta con soluzioni innovative e gestendo la logistica secondo criteri avveniristici.Questa impronta imprenditoriale ha fatto di Esselunga il paradigma del rapporto ideale, in cui i partner traggono reciproco vantaggio.
Ci auguriamo che relazioni e risultati di questo livello proseguano anche in futuro, coerentemente con una strategia imprenditoriale che ha consentito ad Esselunga di raggiungere il vertice delle classifiche internazionali della produttività.
Bernardo Caprotti non è stato solo un grande imprenditore. Aveva una dote culturale fuori dal comune, amava l’arte nelle sue molteplici espressioni, ha mostrato un’attenzione tutta particolare nel sostenere molte attività benefiche di rilevanza sociale.
A renderlo unico è stata una personalità poliedrica, capace di coniugare sensibilità umanistica e qualità imprenditoriali con la piena consapevolezza del fondamentale ruolo dell’impresa nella dimensione sociale del Paese”.

| Tutte le opinioni |